Casa dolce casa: l’impatto delle sedie sul benessere

 

Spesso sottovalutate nella scelta dell’arredamento, le sedie sono invece una componente essenziale in tutti i luoghi della casa per la loro funzionalità, praticità e componente estetica.

“Una casa dove non c’è una sedia confortevole in cui sedersi è una casa senza anima” (M. Sarton)

Con uno stile di vita così frenetico come quello a cui siamo abituati tutti i giorni, le sedie sono spesso la prima cosa con cui ci rapportiamo quando torniamo a casa. Su di esse scarichiamo la nostra stanchezza e il nostro stress.

Proprio per questo motivo, è importante una scelta curata e ben pensata della sedia, che deve essere confortevole, ma allo stesso tempo pratica e di bell’impatto.

Infatti, in molti ambienti della casa spesso sono proprio le sedie a dare un tocco in più di originalità e spiritosità grazie a giochi di forme e colori.

TIPOLOGIA DELLE SEDIE

Si parte dai classici modelli in legno, che ci portano subito con la mente alla casa della nonna e al profumo di arrosto e che riflettono le splendide venature naturali del materiale. Si arriva poi alle sedie colorate rivisitate. Esse mantengono i vantaggi di una sedia in legno, come la robustezza e la resistenza, ma aggiungono un tocco in più di buon umore con meravigliosi colori.

Se invece volete optare per sedie un po’ più leggere e originali, perchè non valutare un pratico set di sedie in polipropilene? Infatti, grazie alla tecnologia degli ultimi anni, la maggior parte delle aziende Made in Italy si è dedicata alla produzione di materiali riciclabili.

Non dimentichiamoci mai di quanto sia importante per la nostra salute, nella vita di tutti i giorni, un approccio ecosostenibile.

Oltre all’aspetto ergonomico, la sedia è essenziale anche per la convivialità. E’ spesso seduti intorno al tavolo o sotto un meraviglioso gazebo in giardino che si condividono i momenti più belli con la famiglia e gli amici! Infatti, se fino alla fine del XV secolo la sedia era segno di potere e quindi una prerogativa delle classi aristocratiche e del clero, è diventata poi progressivamente di largo impiego nelle sue svariate sfaccettature di modelli e di impieghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *