Shopping e curiosità: come è nato il Black Friday?

Black Friday, venerdì nero, giornata dello shopping, poco importa come lo si chiama, la parola d’ordine è una sola: comprare.  Non a caso si vedono file e file di persone di fronte a centri commerciali, in attesa della loro apertura e il successivo fiondarsi al loro interno per acquistare i prodotti migliori a prezzi molto bassi.
Nel 2018 questa “pazza”, fatidica giornata si terrà il quarto venerdì di novembre, il 23 novembre. Ma come è nato il Black Friday? Facciamo un passo indietro…

Un po’ di storia

La storia del Black Friday non è facile da delineare o far risalire con certezza assoluta.
Come altre tradizioni, anche il Black Friday è un’usanza ripresa dagli Stati Uniti, diffusasi poi anche agli altri paesi. 
Il “venerdì nero” nasce nel 1924 a New York quando la catena di distribuzione Macy’s organizzò una parata il venerdì successivo al giorno del Ringraziamento, festa molto sentita dagli americani, per festeggiare l’inizio degli acquisti natalizi. Da quel momento in avanti, questa consuetudine si è ripetuta ed è andata diffondendosi sempre più, fino ad arrivare agli anni ’80 quando è letteralmente esplosa. Di anno in anno, l’attesa per il Black Friday andava aumentando e nessuno voleva rinunciare a comperare, formando così lunghe file davanti a centri commerciali che, molto spesso, sfociavano in veri e propri atti di violenza. Sull’origine del nome, tuttavia, ci sono varie interpretazioni: alcuni riconducono il termine “black” all’inchiostro nero utilizzato dai commercianti per compilare i registri contabili. Il rosso indicava le perdite, il nero al contrario i conti in attivo.
Secondo altri invece fa riferimento allo smog creatosi dapprima a Filadelfia il venerdì dopo il Ringraziamento, quando migliaia di persone si diressero in città per la tradizionale partita di football “Army vs Navy”, esercito contro marina. Il traffico fu talmete elevanto che la polizia soprannominò l’evento “black friday”. Da qui, rimase l’idea di traffico e smog relazionato però agli automobilisti incolonnati verso i centri commerciali.

Sconti, shopping e non solo

Il Black Friday è una delle giornate di novembre più attese sia per i clienti che possono acquistare a prezzo scontato sia per i negozianti che vedono incrementare le loro vendite. Nell’ultimo periodo, tuttavia, non si parla più solo di “giornata singola”, bensì di settimana: “Black Week” è il nuovo termine coniato per intendere tutta la settimana che precede il Black Friday e che si conclude con il “Cyber Monday”, il lunedì successivo dedicato interamente alla tecnologia.
Tutto questo ovviamente è stato possibile grazie all’avvento dello shopping on line e della nascita di moltissimi e-commerce che hanno incrementato la vendita di prodotti via web, applicando varie tipologie di scontistiche e offerte. Il punto di forza degli e-commerce risiede sì nella possibilità di offrire ai clienti prodotti a prezzi ridotti, ma anche nella rapidità con cui si acquistano tali articoli. Con un semplice click l’acquirente si vedrà consegnato il suo prodotto direttamente a casa propria in pochi giorni, se non addirittura il giorno dopo.
E’ questo ciò che differenzia il Black Friday del 1980 a quello del giorno d’oggi: il 

risparmiare tempo, saltando le code nei negozi o di fronte alla porta d’entrata e, come spesso capita, non trovare ciò che si cerca.
L’e-commerce è nato per ovviare a tutti questi problemi, offrendo al cliente più soluzioni possibili alla sua ricerca, permettendogli di risparmiare in termini di tempo e denaro. In qualità di e-commerce, anche 

Levante Shop si basa sul medesimo principio: fornire gli articoli che si necessitano o, perchè no, quelli che si desiderano da tempo a prezzi scontati. Il nostro modus operandi si fonda su due punti fondamentali, la qualità degli articoli e la soddisfazione dei clienti, un connubio imprescindibile, senza il quale un e-commerce non potrebbe avere vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *