Detrazione Fiscale 50%

Detrazione Fiscale 50%

Il Decreto Legge del 22 giugno 2012 n. 83 (“Misure urgenti per la crescita del Paese”), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 147 del 26 giugno 2012, ha introdotto importanti novità in merito alla detrazione per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici. L’articolo 11 del decreto (Detrazioni per interventi di ristrutturazione e di efficientemente energetico), a partire dal 26 giugno 2012 (data di entrata in vigore) e fino al 30 giugno 2013, innalza la percentuale di detrazione dal 36 al 50% da calcolare su una spesa massima di 96mila euro per immobile.

Sono ammessi alla detrazione anche gli interventi relativi alla realizzazione di opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici, con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia.

Le predette opere possono essere realizzate anche in assenza di opere edilizie propriamente dette, acquisendo idonea documentazione attestante il conseguimento di risparmi energetici in applicazione della normativa vigente in materia (art. 16-bis, comma 1, D.P.R. 22/12/1986 n. 917). Rientrano, quindi, i generatori di calore che in condizioni di regime presentino un rendimento termico, misurato con metodo diretto, non inferiore al 70% (art. 1, lett. g, D.M. 15/02/92).

Periodo Detrazione IRPEF Spesa Massima ammissibile
Dal 1 Gennaio al 25 Giugno 2012 36% 48.000 €
Dal 26 Giugno 2012 al 31 Dicembre 2013 50% 96.000 €
Possono essere detratte le spese:
  • Per l’acquisto della stufa a pellet
  • Per l’acquisto dei materiali necessari alla costruzione della canna fumaria
  • Di consulenza
  • Della manodopera
Per beneficiare della detrazione fiscale il contribuente deve:
  • Indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile
  • Pagare le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale da cui risulti la causale del versamento, il codice fiscale del contribuente che usufruisce della detrazione, il codice fiscale o il numero di partita IVA del beneficiario del bonifico (Fornitore). Il modulo per effettuare il bonifico è quello per le ristrutturazioni edilizie.
Inoltre, deve conservare e tenere a disposizione del Fisco:
  • Le fatture o le ricevute fiscali e la ricevuta del bonifico
  • La copia del permesso edilizio se previsto dal regolamento edilizio comunale; oppure l’autocertificazione attestante la data di inizio dei lavori e la descrizione dei lavori, qualora il regolamento edilizio comunale non preveda alcun adempimento per la realizzazione degli interventi
  • La fotocopia della domanda di accatastamento in mancanza dei dati catastali
  • La fotocopia delle ricevute di pagamento dell’ICI/IMU se dovuta
  • L’attestato del produttore
Stufa a pellet SCINTILLA
Stufa a pellet GIANGI
Stufa a pellet GIANGI
Stufa a pellet STELLA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *