Autunno con stile: tiriamo fuori i portaombrelli

Qui in Italia l’autunno, anche con l’inizio di ottobre, pare fortunatamente nicchiare. Porte aperte, passeggiate serali anche se fa già buio, la merenda con un fresco gelato, finestrini in macchina aperti con la radio che va e anche aria condizionata. Vorrei non finisse più, però tutte le cose iniziano e finiscono per lasciare spazio al nuovo.

L’arrivo dell’autunno

L’autunno è la stagione dai colori più belli, dal clima che ti invita a mangiare, dalle gite fuori porta per le sagre, si insomma io lo adoro… Tiro fuori i miei amati coprispalla, utilissimi a coprire i peccati di gola estivi, fino a quando ritorna la voglia di fare un po’ di sport al chiuso, tanto fa brutto… Ecco il brutto tempo… Tanto adoro la pioggia, i temporali estivi che lasciano quel profumo speciale nell’aria, tanto odio la pioggerillina fredda, continua, nebbiosa… Anni fa mi ero addirittura comprata un ombrello giallo sole a tinta unita, sperando di avere, dovendolo usare, una cappa di colore. Ummmh servito relativamente. La pioggia piace solo ai bambini, emuli di Peppa che vorrebbero tutti saltare nelle pozzanghere. Dai siamo positivi, via libera ai colori avvolgenti. L’aria è fresca, viviamo la bellezza dell’autunno e dell’inverno che verrà ammirando gli splendidi colori delle foglie, nel rosso di un calice di vino e nell’odore umido della legna bagnata.

In casa meglio sostituire pochi elementi, ma perfetti.

Pensiamoci. Donate il vecchio portaombrelli che vi ha accompagnato quando siete andati a vivere soli o in dolce compagnia, quello con le foto stampate, magari con la scena del bacio piu’ famoso al mondo o di Marylin. L’ombrello gocciolante al rientro in casa è uno degli oggetti più antipatici con cui convivere. Per non parlare di quelli pieghevoli che ti innafiano come un prato in primavera Possedere un contenitore dove riporlo appena varcata la soglia è indispensabile. Se si tratta di piccoli complementi di arredo, ma in primo piano entrando in casa sceglierli con un attenzione allo stile è un obbligo, perché è proprio grazie ai particolari che una casa si caratterizza. Ormai l’ombrello è un must a cui gli stilisti guardano e i designer stanno studiando nuove forme con i portaombrelli.

Il portaombrelli, in genere, trova posto nell’ingresso anche se possibilmente è meglio averlo sul pianerottolo. Idea meravigliosa averne uno condominiale, accanto all’ascensore o alla portina. Optate per linee totalmente moderne, con materiali facili. Ottime idee  anfora in ceramica invecchiata, avete presente quelle siciliane? Stupendi fusti in vimini, corda, midollino intrecciati con fibre naturali che ricorderà le castagne, le passeggiate e i funghi raccolti, e tutto ciò che porta l’autunno calore. Come per i complementi d’arredo interni, anche il portaombrelli va scelto con attenzione. Scegliere un portaombrelli vicino allo stile della nostra abitazione, contribuirà a rendere più accogliente l’uscio di casa. Ma non portate in casa qualcosa che non vi appartiene. In commercio si trovano svariate proposte di portaombrelli caratterizzati da materiali, forme e stili differenti, pensati per rispondere alle diverse esigenze di stile ma anche di ingombro, quest’ultimo un problema di tanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *