Arredamento bianco per una casa da sogno

Devo ammetterlo, l’arredamento total white mi ha sempre fatto affascinato, tant’è che ho deciso di utilizzarlo anche per la mia casa.
Il candore del bianco, la sua purezza mi ricordano le nuvole, immacolate e soffici, in un terso cielo azzurro oppure la neve che brilla sotto al sole. Lo adoro perché è un colore versatile, adatto a ogni ambiente della casa e simboleggia il fascino e l’eleganza. L’arredo total white è una tendenza diffusasi soprattutto negli ultimi anni dove, come si evince dal nome, il bianco è il colore che primeggia su tutti gli altri e regala alla stanza un tocco di raffinatezza.

E’ una tonalità che si sposa bene con qualunque abbinamento e stile: shabby chic, classico o moderno, country o industrial.
Inoltre, le proprietà di questo colore rendono l’ambiente più luminoso, poiché riflette la luce naturale, e più ampio, fattori di gran impatto sull’umore di una persona, dato che aumenta il senso di allegria e serenità. Seppur i vantaggi sono notevoli, spesso il total white viene scartato per vari motivi: il timore di ottenere un “effetto ospedale” o un ambiente asettico, ma soprattutto risulta poco pratico e difficile da gestire, in particolare quando si hanno bambini o animaletti. Per esempio, la pulizia può essere sia un punto di forza, perché le macchie si vedrebbero subito, ma proprio per questo motivo, anche uno svantaggio.

ARREDAMENTO BIANCO PER UNA CASA DA SOGNO

Il total white è una scelta di arredo a prima vista facile da ricreare, ma non lo si può improvvisare: richiede accorgimenti e dettagli al fine di evitare l’ambiente freddo e impersonale. Gli aspetti principali da considerare sono essenzialmente tre: – tonalità cromatiche – tinteggiatura – esposizione delle stanze

Tonalità cromatiche

Quando si decide di arredare la casa di bianco, si può scegliere di ricreare contrasti cromatici decisi attraverso complementi d’arredo dal colore vivo e acceso oppure utilizzando il legno nelle sue tonalità naturali o tappeti e cuscini per rendere l’ambiente caldo e accogliente.
Se non si vuole creare contrasti, è possibile accostare il bianco a colori vicini, come il grigio, crema, beige. Altra opzione è giocare con le tonalità del bianco stesso, il quale, infatti, possiede 160 sfumature che spaziano dal caldo al freddo.

Tinteggiatura

Solitamente consiglio di provare i colori sulla parete così, una volta asciugati, sarà possibile verificarne l’effetto alla luce del sole. Prima abbiamo parlato delle moltissime sfumature del bianco, quindi come scegliere quella giusta?
Per rispondere a questa domanda, gli esperti sostengono che le tonalità fredde, come l’avorio o il ghiaccio, meglio si addicono ad ambienti come il bagno, mentre quelle più calde, come il beige e la vaniglia, sono da preferire per la zona living.

Esposizione delle stanze

Altro punto da considerare è l’esposizione delle stanze alla luce diretta o indiretta del sole. Se situate a sud, godranno della luce diretta che rifletterà ed esalterà le tonalità calde. Se sono invece poste a nord, la luce sarà indiretta e quindi più fredda; una soluzione è quella di sporcare il bianco con il beige.

Link prodotti